Quel posto vuoto nel tuo cuore

Autore:

Categoria:

Quando finisce un amore, la vita sembra continuare, a volte coi medesimi parametri: alzarsi la mattina, prepararsi, fare colazione. Le donne si truccano mentre gli uomini si accontentano di un pizzico di dopobarba ed una spruzzata di profumo e poi via, alle incombenze quotidiane. Gente da vedere, clienti da ascoltare, colleghi che parlano ma dentro al cuore un senso di vuoto.
Poi il pranzo, un caffè, una sigaretta per chi fuma. E il pomeriggio si trascina tra spesa da fare, incombenze da assolvere, di tanto in tanto, amici da vedere.
E poi si torna a casa. A volte senza nessuno ad aspettarci. Neppure una cena da preparare quando i figli non ci sono. Un boccone preso davanti alla TV dove ci si immerge sperando di dimenticare quel senso opprimente di solitudine. Un silenzio assordante che nulla può riempire perché è dentro di noi. Ascoltiamo, ma non sentiamo, diciamo parole ma non parliamo. E infine quel letto così grande che sembra deserto. Non si sente il calore di un corpo vicino che ci scalda le membra ed il cuore.
E il pensiero vola a tempi passati che piano piano diventano sempre più lontani. Come eravamo felici! Pieni di preoccupazioni magari, ma felici. O almeno così li ricordiamo. Si dimenticano le parole dette, anche quelle brutte che feriscono, quelle che abbiamo vomitato in faccia a chi amavamo. Quelle che abbiamo subito increduli. “Ma come ha potuto trattarmi così? Ma come ho potuto dirgli quelle brutte cose?”
E lentamente il tempo cancella i ricordi e cura le ferite ma lascia cicatrici che non vanno via. Segni di un tempo passato: un attimo, un giorno, un anno o una vita intera. Tutto lentamente sbiadisce e torna sfocato come una nostalgia lontana che commuove, distorce i ricordi e sfuma i dettagli.
A volte vorresti tornare ad amare. Pensi che ancora puoi farlo, che ancora potrai provare le emozioni che ti hanno fatto tremare, ridere e piangere, gioire e soffrire. Finché non capisci che nulla sarà più come prima e nessun altro amore può sostituirsi a quello che hai provato. Sarà solo un surrogato, una finzione, un inganno della mente che non vorrebbe più soffrire.
Basta soffrire, basta ricordare! E piano piano riponi i ricordi nel cassetto della memoria, nel posto più nascosto dove non andrai più a rovistare perché a nulla serve.
E invece… Quel posto nel tuo cuore che sembra vuoto, in realtà non lo è. E’ il lato destro del cuore, il luogo segreto della memoria, dove potrai rifugiarti tutte le volte che ti assale la malinconia. E quel ricordo non ti farà più male, anzi ti darà la forza di andare avanti, di continuare a vivere con tutta la forza che hai dentro perché lo sapevi bene che nulla è per sempre e quello che hai vissuto, seppur nel dolore, ti ricorderà che hai amato e sei stato amato come neppure immaginavi.

Saverio Schirò

Entra con noi nel gruppo3millenio

242FansLike
212FollowersSegui
6FollowersSegui
Saverio Schirò
Saverio Schirò
Amministratore del Sito. Appassionato di Spiritualità e Teologia

LASCIA UN COMMENTO

Per Favore scrivi il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome

Ti potrebbe interessare anche...