Il valore di un bacio

Autore:

Categoria:

Malesseri della coppia:
se non ti bacio forse…

Ricordi l’ultima volta che hai baciato la persona che ami?
Non il bacetto del buongiorno, o quello “a stampo”, o quello tenero che dai al tuo bambino o ai tuoi vecchi genitori; non quello formale che offri all’amico che incontri, al parente che vai a visitare. Il bacio vero, quello ricco di passione che vuole esprimere quanto vi desiderate, come vorreste scambiarvi la pelle, confondere i sensi, donare voi stessi completamente all’altro.
Non parlo del bacio scambiato durante l’atto sessuale, mentre siete a letto nel pieno dell’eccitazione, ma di quello che viene spontaneo, quando non ci sarebbe ragione, ma solo perché vi amate.
Se non lo ricordate, se sono passati più di tre giorni (è un numero come un altro, si capisce) forse qualcosa nella coppia non va bene. Per lo meno me lo chiederei.
bacioDue fidanzati non fanno altro che baciarsi, che cercarsi in ogni occasione per dirsi con questo semplice gesto che si desiderano. Una volta, quando io ero un ragazzo, con i baci si consumavano e si esaurivano tutte le passioni amorose. Mi chiedevo allora se dopo, quando i rapporti sarebbero divenuti completi, aveva ancora senso continuare a baciarsi. Ero molto ingenuo.
Adesso so che il bacio rappresenta un mondo a parte dal sesso. Certo è pieno di erotismo e di passione e può preludere ad uno scambio fisico più completo, però questo non ne esaurisce il senso ed il significato.
D’altronde a ripassare l’arte, la letteratura e l’antropologia, si intuisce quanto sia fondamentale baciarsi. Il bacio è connaturale all’uomo, appartiene a quasi tutte le culture e probabilmente trova la sua radice nel gesto, che ancora qualche tribù primitiva compie, di una madre che porta alla bocca del figlio piccolo il cibo premasticato: un po’ come fanno gli uccelli con i loro piccoli.bacio di donna
Dal punto di vista biologico, consente ai partner di scambiarsi informazioni genetiche ed ormoni che preludono e facilitano l’accoppiamento per la riproduzione. Per questo al gesto fisico corrisponde una modificazione fisiologica: le pupille si dilatano, le guance si arrossano ed il cuore comincia a pulsare più intensamente. E ti senti bene, a volte eccitato, ma essenzialmente bene.
Ma questa, tutto sommato, è solo antropologia, biologia, biochimica che l’uomo ha saputo superare caricando il gesto di un’insieme di significati simbolici meravigliosamente complessi ma che si riducono in ultima istanza nel dire: ti amo, ti amo da morire, ti amo fino a desiderare di mangiarti, farti parte di me.
Non avete mai sentito una mamma affermare nella massima carica passionale e sentimentale per il figlio dirgli: ti mangerei! E se potesse lo farebbe realmente. Ma non può ed allora lo copre di baci.
Forse non ci avete mai pensato, ma l’Eucarestia esprime questo significato all’ennesima potenza e all’incontrario: “ti amo”, ci dice Gesù, “ti amo così tanto che sono io a farmi pane, a lasciarmi mangiare da te”.

bacio gif1Bene, adesso che lo sapete, tornate a riflettere sulla vostra situazione di coppia: sentite questo impulso impellente ed invincibile di baciare l’altro, di “mangiarlo” perché sentite dall’interno del vostro cuore e del vostro stomaco che avete fame di lui?
Se questo non è l’ordinario della vostra vita sentimentale, che abbiate 20 o 80 anni, forse qualcosa nella vostra relazione va scemando, si è affievolita, si è banalizzata. E questo sarebbe il minimo.
L’amore autentico, ammettendo che esista, è fatto di gesti concreti, altrimenti è solo una meravigliosa illusione, gesti concreti di cui il bacio ne rappresenta il suggello più esplicito.

Entra con noi nel gruppo3millenio

242FansLike
212FollowersSegui
6FollowersSegui
Saverio Schirò
Saverio Schirò
Amministratore del Sito. Appassionato di Spiritualità e Teologia

LASCIA UN COMMENTO

Per Favore scrivi il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome

Ti potrebbe interessare anche...